Visita per aumento delle persone trasportabili da unità da diporto

Con riguardo ai natanti (unità non iscritte di lunghezza scafo fino a 10 metri) non marcati CE, l’attuale Regolamento di attuazione del Codice della nautica consente il trasporto di un numero di persone a bordo in rapporto alla lunghezza dell’unità, come da schema:

a) tre persone per unità di lunghezza fuoritutto fino a metri 3,50;
b) quattro persone per unità di lunghezza fuoritutto superiore a metri 3,50 e fino a metri 4,50;
c) cinque persone per unità di lunghezza fuoritutto superiore a metri 4,50 e fino a metri 6,00;
d) sei persone per unità di lunghezza fuoritutto superiore a metri 6,00 e fino a metri 7,50;
e) sette persone per unità di lunghezza fuoritutto superiore a metri 7,50 e fino a metri 8,50;
f) nove persone per unità di lunghezza fuoritutto superiore a metri 8,50.

Il trasporto di un numero di persone superiore a quello sopra indicato è possibile solo per i natanti di “serie” muniti della copia del certificato di omologazione del prototipo e della dichiarazione di conformità in originale del costruttore (“vecchia” documentazione, ante direttiva), da cui risulti la superiore capacità di carico.
Diversamente, non è possibile sottoporre l’unità ad accertamento tecnico “ordinario” e bisogna procedere con la marcatura o rimarcatura CE dell’unità, secondo la procedura di post costruzione.

Per le imbarcazioni, unità iscritte, l’incremento di portata passeggeri, rispetto al dato riportato sulla licenza di navigazione, è possibile solo se è dimostrabile che l’unità sia stata precedentemente abilitata al trasporto di un numero di persone superiore a quello indicato sulla licenza, attraverso, ad esempio, la copia del certificato di omologazione, l’estratto del R.I.D. di precedenti iscrizioni o altra documentazione “ufficiale”. UDICER accerta l’idoneità alla navigazione nella diversa configurazione di carico e per il rilascio di un nuovo certificato di sicurezza.
Per altri fattispecie e situazioni è necessario contattare la Direzione